ASD Kodokan Sport Napoli

È stato elaborato un percorso di attività educative e motorie specifiche, fondamentali per lo sviluppo della coordinazione, delle competenze relazionali e soprattutto intellettive dei bambini in età prescolare.

 

Tale iniziativa nasce nella palestra “Le Sorgive” di Solferino (MN) nel 2005, con cui la nostra Associazione è gemellata: in questo contesto sportivo viene coniato il nominativo “Sport-Giocando”. La pratica motoria in oggetto può essere adeguata a qualsiasi contesto educativo, essendo connessa allo sviluppo neurofisiologico dell’essere vivente e alla sua coordinazione motoria, fondamentale per l’acquisizione delle abilità intellettive e scolastiche.

  

Il progetto ha origine dalla collaborazione, a livello sia teorico sia pratico, di una serie di professionisti: i pedagogisti Dott. Fabio Tognon, Dott. Luigi Sangalli e Dott.ssa Sara Fraccaroli, la psicologa Dott.ssa Laura Bottari, la logopedista Dott.ssa Luisa Finatti e il Maestro di Judo Vittorio Serenelli.
Insieme, queste personalità hanno contribuito all’impianto teorico e all’organizzazione pratica di un corso su misura per bambini dai 3 ai 6 anni, che presentasse in chiave ludica degli esercizi funzionali allo sviluppo motorio e intellettivo dei soggetti. Tutto ciò, da un punto di vista scientifico, è avvalorato dalla ricerca della Dott.ssa Fraccaroli. 


“Sport-Giocando” prende vita da una precisa attenzione nei confronti della crescita del bambino, in modo da delineare un percorso idoneo alla sua specifica età. Questo tragitto non può prescindere dal
movimento: l’attività motoria non ricopre soltanto un ruolo secondario, ma diviene un elemento indispensabile dell'esperienza di vita. Si parla di un tassello essenziale ai fini dell'apprendimento e delle conquiste cognitive superiori, necessarie per il futuro inserimento nella scuola primaria.

 

Chang ed Etnier (2009) affermano che, entro i 6 anni, il bambino raggiunge il potenziale di un adulto: le strutture neurofisiologiche maturano, e ciò avviene anche grazie all'esperienza motoria. Quest'ultima va a stimolare le strutture cerebrali preposte alle funzioni cognitive superiori, come la scrittura, la lettura e il calcolo. Incoraggiare il bambino a muoversi tramite una proposta educativa su misura non significa solo offrirgli una maggiore possibilità di movimento, ma anche e soprattutto incrementare la sua crescita intellettiva. L'uomo è un essere in divenire, nasce incompiuto con un carico di potenzialità che, attraverso le stimolazioni sensoriali e le opportunità motorie offerte dall'ambiente, si trasformano in effettive capacità.

 

Il cervello, non ancora del tutto sviluppato alla nascita, completa la propria maturazione corticale entro i 6 anni di vita circa, fase in cui le funzioni cerebrali raggiungono (o dovrebbero raggiungere) il livello più raffinato e sofisticato di sviluppo. Sono sei le funzioni peculiari della specie umana: vista, udito, tatto, mobilità, linguaggio e manualità. Il cervello ha un potenziale enorme di crescita e di plasticità neuronale, e ciascun bambino deve percorrere un lungo cammino per raggiungere il massimo grado di sviluppo neurologico. Il tutto passando per quei periodi sensibili che dipendono dalla sua eredità evolutiva, così da sviluppare dapprima le più antiche aree cerebrali sottocorticali, poi quelle filogeneticamente più recenti e più complesse della neocorteccia.

 

Il progetto “Sport-Giocando” si fonda su un presupposto imprescindibile: attraverso opportunità di movimento e di sperimentazione del corpo, ogni bambino ha la possibilità di incentivare il proprio sviluppo intellettivo.

 

Età Giorni Orari
4 - 6 anni Martedì e Giovedì 16:30 - 17:30

Immagini Casuali

I nostri social link

  

Resta in contatto con noi